Utilizzo dei cookies
Il sito utilizza cookie proprietari per le proprie funzionalità. Continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni -

Liberi Professionisti

ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE

COMPETENZE DEL PROFESSIONISTA

Iscrizione all’Albo degli Infermieri;

Acquisizione del numero di partita IVA, comunicando l’inizio dell’attività all'AGENZIA DELLE ENTRATE, presso il Comune nel quale il professionista ha il domicilio fiscale, entro 30 giorni dalla data d’inizio dell’attività; a tale comunicazione fa seguito l’obbligo di tenuta della contabilità ai fini fiscali e l’obbligo della tenuta dei registri IVA;
i moduli connessi sono scaricabili sul sito:
Agenzia delle Entrate nella sezione modulistica, altri modelli. (clicca qui per collegarti a www.agenziadelleentrate.it)

Compilazione della domanda per la pubblicità sanitaria, che deve essere compilata per ottenere l’autorizzazione da parte del Sindaco, anche alla semplice predisposizione di targhe, biglietti da visita, carta intestata e anche per l’inserimento dello studio nell’elenco telefonico.

Comunicazione al Collegio di inizio attività libero professionale.

Compilazione del modulo per l’iscrizione alla Cassa Nazionale di Previdenza ed assistenza IPASVI, che trovate sul sito nazionale di:
Previdenza ed Assistenza della Professione Infermieristica(E.N.P.A.P.I). (clicca qui per collegarti a www.enpapi.it)

Per ottenere l’iscrizione alla Cassa sono necessari:
Certificato di nascita,
Certificato di residenza,
Stato di famiglia,
Codice fiscale,
Certificato d’iscrizione al Collegio IPASVI, (clicca qui per scaricare il certificato d'iscrizione)
Certificato d’attribuzione di partita IVA e copia della richiesta
(in alternativa una dichiarazione del rappresentante legale dello studio associato nella quale è indicata la data d’ingresso, oppure una dichiarazione del rappresentante legale della cooperativa indicante sempre la data d’ingresso del professionista nella cooperativa).

UNA VOLTA INIZIATO L’ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE, COLUI CHE LA ESERCITA E’ TENUTO AD ADEMPIMENTI FISCALI (tenuta dei registri IVA) AD ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI (versamenti contributivi alla Cassa) ED ADEMPIMENTI DICHIARATIVI CONNESSI (Unico).

Per informazioni più dettagliate rivolgersi alla Segreteria del Collegio e richiedere il testo "Infermieri e libera professione" a cura del Comitato Centrale IPASVI – A.A.V.V. presso la Biblioteca del Collegio.

COMPETENZE DEL COLLEGIO IPASVI

Attraverso il Collegio IPASVI, lo Stato controlla le caratteristiche e l’operato all’Ente, con la finalità di tutelare i cittadini che usufruiscono dei servizi erogati da quei professionisti.
Particolare attenzione è rivolta nella gestione dei rapporti con i Liberi Professionisti svolgendo attività di:

  • certificazione;
  • vigilanza;
  • consulenza;
  • promozione.

CERTIFICAZIONE

  • Il collegio tiene costantemente aggiornato l’Albo, certificando l’iscrizione e verificando il possesso dei requisiti del professionista richiedente.
  • Verifica l’acquisizione della Partita IVA.
  • Verifica l’iscrizione alla Cassa di Previdenza obbligatoria della professione infermieristica  ENPAPI (Ente Nazionale Previdenza e Assistenza Professioni Infermieristiche).
  • Concede su richiesta il nulla osta alla pubblicità sanitaria.
  • Si interpone alle controversie tra iscritti e clienti per ragioni di spese, di onorari inerenti l’esercizio della professione, procurando la conciliazione della vertenza. In ogni caso il parere del Collegio non è vincolante e i contendenti possono in qualunque momento rivolgersi all’autorità giudiziaria.

VIGILANZA

  • Con l’obiettivo di tutelare gli interessi dei cittadini, vigila sull’osservanza della normativa, sulla pubblicità sanitaria, controlla il rispetto dei regolamenti e delle Linee Guida emanate dalla Federazione con particolare riferimento al Codice Deontologico.
  • Vigila affinchè il comportamento dei professionisti non arrechi danno al decoro della professione infermieristica, intervenendo se necessario con provvedimenti disciplinari.
  • Vigila sul rispetto delle tariffe indicative previste dal tariffario e controlla che non siano messi in atto fenomeni di concorrenza sleale.

CONSULENZA

Il ruolo di consulenza si realizza in tre ambiti ben definiti:

  • Professionale: sul significato di esercizio autonomo,sulle modalità operative,sugli strumenti della libera professione.
  • Fiscale e previdenziale: attraverso convenzioni con professionisti in grado di erogare consulenze per risolvere dubbi e incertezze su questi argomenti.
  • Legale: l’iscritto potrà contare sull’appoggio di un consulente legale esperto a gestire le problematiche specifiche delle professioni sanitarie.

PROMOZIONE

  • Il Collegio promuove e favorisce le iniziative intese a facilitare il progresso culturale e lo sviluppo sociale della categoria professionale, facendosi promotore di attività formative e di aggiornamento e sostenendo iniziative promosse da altri soggetti (aziende sanitarie o enti di formazione).
  • Promuove l’attività libero professionale in diversi ambiti: universitario promovendo incontri con gli studenti del 3° anno del corso di laurea di infermieristica; istituzione dello sprtello on-line http://orientamentoipasvife@gmail.com  
  • La promozione extra professionale si realizza mediante la pubblicazione di elenchi degli infermieri libero professionisti in forma singola o associata.